Crepe? Cedimenti? Edifici inclinati?

Richiedi una consulenza
Tel. 041 676 00 80

Consulenza gratuita

    Desidero:
    Un sopralluogo gratuitoInformazioni telefonicheDocumentazione

    In caso volesse (a sopralluogo già avvenuto) una veloce stima dei costi la preghiamo di inviarci il progetto dell’oggetto dell’intervento con evidenziata l’area da trattare ed alcune informazioni relative alla situazione in situ inclusa, qualora nota, la geologia.

    Questo sito Web è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla protezione dei dati e i termini di utilizzo di Google.

    Le crepe nella muratura del museo sono state risanate dopo la stabilizzazione delle fondazioni

    Cedimenti in corso da diversi decenni

    Il Muséum National d’Histoire Naturelle di Parigi, all’interno di un edificio del XVIII secolo, conserva una raccolta di circa 2.5 milioni di pezzi da esposizione, distribuiti su una superficie espositiva di 3000 m2.

    L’edifico che ospita la galleria paleontologica e che occupa quasi 100 ml ha mostrato i primi segni di cedimento nel periodo tra le due guerre. Il fenomeno si è accentuato nei decenni seguenti e sulle mura portanti sono comparse crepe da 10–20 mm.

    Consolidamento delle fondazioni

    È stata adottata la tecnologia URETEK Deep Injections® con iniezioni di resina sintetica a espansione. L’intervento è stato suddiviso in due fasi:

    Fase 1 – Consolidamento direttamente sotto le fondamenta: iniezioni sotto le fondamenta per migliorare le caratteristiche geomeccaniche del terreno e riempire gli spazi vuoti tra le fondamenta e il terreno.

    Fase 2 – Consolidamento in profondità: sono state eseguite iniezioni a 4 livelli di profondità sotto le fondamenta. Il successo dell’intervento è stato monitorato durante le iniezioni mediante controlli laser e sondaggi penetrometrici sia prima che dopo l’intervento. I lavori complessivi, compresi i controlli e i sondaggi sono durati 7 giorni lavorativi.

    Indagini precedenti

    In un edificio lungo quasi 100 m e costruito senza fughe di dilatazione, già nel 1988 fu rilevato un inasprimento del fenomeno del cedimento di alcuni pali delle fondamenta. La direzione culturale del museo decise fin da allora di incaricare il CEBTP (Centre Expérimental de Recherches et d’Etudes du Batiment et des Travaux Publics Paris) per una verifica delle cause del fenomeno. A metà dicembre 2004 il CEBTP eseguì delle misurazioni che dimostrarono un cedimento e una generale perdita di tensione del pavimento. A metà dicembre 2004 furono eseguite misurazioni che rivelarono nuovi cedimenti. Nel suo rapporto conclusivo il Comitato raccomandò di adottare il metodo URETEK per stabilizzare l’edificio.

    L’intervento

    Si è deciso di adottare il metodo URETEK Deep Injections® eseguendo fori a diverse profondità lungo le fondamenta sotto le sale espositive. Questo tipo di intervento è meno invasivo perché richiede solo alcune aperture con un diametro minimo di 26 mm (in totale 80 cm in orizzontale).

    L’iniezione della resina sintetica URETEK ha permesso di riempire il pavimento e di migliorarne le caratteristiche quali coesione, elasticità e resistenza alla pressione.

    Oggetto: Museo nazionale di Storia Naturale, Parigi
    Metodo: URETEK Deep Injections®
    Entità del lavoro: 55 ml terreno di fondazione
    Realizzazione: 7 giorni

    I nostri punti di forza

    Dato che non ci sono costi per dispendiose installazioni in cantiere e il risanamento degli edifici avviene molto rapidamente, i costi risultano estremamente competitivi, a differenza delle tecnologie tradizionali.

    Grazie alla rapida potenza di espansione, il materiale non si diffonde oltre il punto di iniezione, limitando così la quantità di materiale usato e i relativi costi.

    Il sistema URETEK non richiede l’uso di apparecchi ingombranti perché l’impianto da montare in cantiere si trova sul camion.

    Effetto immediato
    Rispetto agli aggregati di cemento, il materiale iniettato fa presa in pochissimo tempo. La resina raggiunge le sue caratteristiche meccaniche definitive molto rapidamente. La zona trattata è utilizzabile già al termine dell’intervento.

    Grazie al rilevamento preciso e tempestivo da parte dei tecnici URETEK, l’efficacia del sistema viene verificata immediatamente. Inoltre è possibile eseguire sul posto controlli indiretti prima e dopo il trattamento attraverso test di confronto geotecnici (per es. sondaggi penetrometrici e/o sonde pressiometriche).

    Consulenza gratuita

      Desidero:
      Un sopralluogo gratuitoInformazioni telefonicheDocumentazione

      In caso volesse (a sopralluogo già avvenuto) una veloce stima dei costi la preghiamo di inviarci il progetto dell’oggetto dell’intervento con evidenziata l’area da trattare ed alcune informazioni relative alla situazione in situ inclusa, qualora nota, la geologia.

      Questo sito Web è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla protezione dei dati e i termini di utilizzo di Google.