Lavori speciali

Applicazioni

Crepe? Cedimenti? Edifici inclinati?

Richiedi una consulenza
Tel. 041 676 00 80

Consulenza gratuita

Desidero:
Un sopralluogo gratuitoInformazioni telefonicheDocumentazione

Lavori speciali

Stazione FFS di Rebstein-Marbach: pensilina risollevata in seguito a sprofondamento

A luglio 2016, in sole tre settimane, è stato possibile risollevare un tratto di 150 m della pensilina della stazione FFS di Rebstein-Marbach senza sostanziali restrizione del traffico di persone.

Nel risanamento della pensilina della stazione di Rebstein-Marbach, nella sezione del San Gallo della Valle del Reno, le FFS hanno avuto modo di provare per la prima volta con successo il procedimento URETEK Deep Injections®.

Nel corso del tempo, sul sottofondo di una sezione di 150 m della pensilina della stazione si erano verificati sprofondamenti lungo i binari.  Le cause erano il sottofondo altamente cedevole, le vibrazioni causate dai lavori su nuovi edifici in zona adiacente e le sollecitazioni dinamiche dovute al traffico ferroviario. Inoltre, si erano verificati movimenti nella falda freatica nel sottosuolo.

Per realizzare delle operazioni convenzionali di stabilizzazione della pensilina tramite misure edilizie, probabilmente sarebbe stato necessario chiudere la stazione.

Le FFS hanno invece optato per il metodo URETEK Deep Injections® per i seguenti motivi:

  • nessun disturbo al traffico ferroviario
  • nessuna limitazione in termini di accesso o discesa dai convogli per i passeggeri
  • possibilità di consolidare e stabilizzare il sottofondo a lungo termine
  • tempistiche estremamente brevi per il risanamento
  • operazioni che soddisfano interamente e completamente gli elevati standard qualitativi e i requisiti di sicurezza ancora superiori delle FFS

Sottofondo stabilizzato con iniezioni di resina artificiale

La resina artificiale che è stata utilizzata è realizzata in una miscela di poliuretano ormai consolidata, brevettata e testata e in uso in Svizzera da più di 20 anni. Il prodotto viene iniettato nel sottofondo da stabilizzare in forma liquida e a pressione controllata per mezzo di apposite lance, attraverso fori di diametro compreso tra 12 e 25 mm posti a distanze precise.

Qui la resina artificiale si distribuisce, riempie tutte le cavità e compatta e consolida il sottofondo a lungo termine. La forza di espansione della resina artificiale è di 10000 kPa (100 kg/cm2 o 100 bar) e il volume si espande di fino a 30 volte (calcolato all’aperto e senza ostacoli). L’entità del sollevamento causato dalle iniezioni di resina artificiale può essere calcolata con precisione millimetrica e viene sorvegliata e controllata in permanenza con strumenti laser.

Esecuzione dei lavori

La pensilina stabilizzata della stazione FFS di Rebstein-Marbach è composta da un rivestimento asfaltato con elementi in calcestruzzo come sottofondo a L, a tratti non solo sul lato rivolto verso i binari. La profondità degli elementi in calcestruzzo è di -1.50 m misurati dal lato superiore della pensilina e la larghezza è di 1.00 m.

La pensilina è stata sollevata tra 2 e 14 cm (nei punti di maggiore sprofondamento) lungo due linee di iniezione su una lunghezza di 150 m e il sottofondo è stato stabilizzato. Dopo la foratura sono state inserite delle lance per iniezione a distanza di 2 m e a diverse altezze sotto il sottofondo a L, rispettando la necessità di non superare una lunghezza massima di 2.50 m per le lance per via della linea di contatto. Le operazioni di iniezione hanno richiesto grande esperienza e intuizione, poiché, nonostante gli studi preliminari e i calcoli, il grado di compattazione e di sollevamento poteva variare da un metro all’altro.

Le operazioni di iniezione con il procedimento URETEK Deep Injections® hanno soddisfatto le FFS, perché hanno consentito di portare a termine il risanamento necessario in sole tre settimane, rispettando tutti i requisiti di sicurezza previsti. A differenza di un’operazione di risanamento convenzionale, che avrebbe richiesto mesi ed enormi sforzi logistici, il sottofondo è stato consolidato in sole 3 settimane da parte di 2 team di 3 tecnici URETEK ciascuno.

Autrice:
Sabine Steiger Buchschacher,
Real-Estate Move AG, 6003 Lucerna

Responsabile di progetto:
Kaj Gugat
Team leader/direttore lavori BSL-T1


Ferrovie federali svizzere SA

Infrastrutture e progetti Zurigo
Direzione lavori, sicurezza e logistica
Vulkanplatz 11
8048 Zurigo

Download

Maggiori informazioni sul sistema URETEK Deep Injections® per il download:

Video

Non ancora disponibile

I nostri punti di forza

CONVENIENTE
RISPARMIO DI TEMPO
SICUREZZA

CONVENIENTE

Dato che non ci sono costi per dispendiose installazioni in cantiere e il risanamento degli edifici avviene molto rapidamente, i costi risultano estremamente competitivi, a differenza delle tecnologie tradizionali.

Grazie alla rapida potenza di espansione, il materiale non si diffonde oltre il punto di iniezione, limitando così la quantità di materiale usato e i relativi costi.

RISPARMIO DI TEMPO

Il sistema URETEK non richiede l’uso di apparecchi ingombranti perché l'impianto da montare in cantiere si trova sul camion.

Effetto immediato
Rispetto agli aggregati di cemento, il materiale iniettato fa presa in pochissimo tempo. La resina raggiunge le sue caratteristiche meccaniche definitive molto rapidamente. La zona trattata è utilizzabile già al termine dell’intervento.

SICUREZZA

Grazie al rilevamento preciso e tempestivo da parte dei tecnici URETEK, l’efficacia del sistema viene verificata immediatamente. Inoltre è possibile eseguire sul posto controlli indiretti prima e dopo il trattamento attraverso test di confronto geotecnici (per es. sondaggi penetrometrici e/o sonde pressiometriche).

Consulenza gratuita

Desidero:
Un sopralluogo gratuitoInformazioni telefonicheDocumentazione

Menu